Stampa

Albania al Salone Internazionale del Libro di Torino

L’Albania e la sua letteratura ritornano grandi protagoniste al Salone Internazionale del Libro di Torino, giunto alla sua XXIXa edizione. Grandi nomi della cultura e della letteratura albanese e internazionale, tra cui Anilda Ibrahimi, Roland Sejko, Carmine Abate, Visar Zhiti e tanti altri, parteciperanno al ricco programma di eventi che accompagnano la presenza albanese con uno stand dedicato. La partecipazione ufficiale dell’Albania e stata realizzata e coordinata dal Ministero albanese della Cultura, con il sostegno del Centro di Cultura Albanese, della Regione Puglia, della Fondazione Gramsci di Puglia e di Besa editrice.

Fortemente voluta dal Ministro della Cultura, Mirela Kumbaro, che guiderà una folta delegazione a Torino, la presenza al Salone del Libro sottolinea la volontà di rinsaldare la cooperazione culturale con l’Italia, paese a cui l’Albania è legata da profondi rapporti di amicizia e vicinanza culturale, e avviare un programma di attività per far conoscere al nostro paese la cultura e la letteratura d’oltre Adriatico con particolare attenzione alle nuove generazioni di scrittori.

«Cultura – passaPORTO, lo slogan dell’Albania al Salone Internazionale del Libro di Torino – ha precisato il Ministro - sottolinea l’idea che la cultura oltre a essere il nostro passaporto d’identità, ci permette di oltrepassare i confini e comunicare con le altre culture. In questo senso, la letteratura, come l’espressione più vivace e più autentica della cultura di un paese, è il miglior modo per saldare legami veri, basati sui «valori caldi», quelli dell’amore, amicizia, poesia e storia».

Una strategia, questa, che conta sul sostegno della Regione Puglia nel cui padiglione, venerdì 13 maggio, alle ore 17:00, il Ministro Kumbaro discuterà con l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, di cooperazione e di sostegno alla promozione della cultura albanese in Italia.

Il tema della migrazione, e in particolare del fenomeno della letteratura albanese in lingua italiana, sarà al centro di alcuni incontri. Sabato 14 maggio, alle ore 14:00, nella Sala Babel  della libreria internazionale, si svolgerà l’evento Oltre i confini d’acqua e di parole. Narrare i confini, narrare il proprio paese e quello di fronte in parole e immagini con la partecipazione degli scrittori Anilda Ibrahimi e Alessandro Leogrande, il regista Roland Sejko, Benko Gjata, giornalista e presidente del Centro di Cultura Albanese, e il coordinamento di Mimoza Hysa, traduttrice letteraria e Direttore del Libro al Ministero della Cultura dell’Albania.

Domenica 15 maggio, invece, dalle 10:30 alle 11:30, sempre nello Spazio Babel, l’incontro Da un paese all'altro, da una lingua all'altra: la scrittura come passaporto con gli scrittori Carmine Abate, Arben Dedja e Visar Zhiti, da poco nominato rappresentante dell’Albania presso la Santa Sede, sempre con il coordinamento di Mimoza Hysa e la presenza di Benko Gjata.

Nel pomeriggio, infine, alle ore 16:30, nello Stand della Regione Puglia (Padiglione 3 - P 102/ R 101) è previsto l’incontro sul tema La letteratura albanese migrante in lingua italiana, al quale parteciperanno Natale Parisi della Fondazione Gramsci di Puglia, Daniele Comberiati dell’Università di Montpellier e direttore della rivista «Crocevia», lo scrittore migrante Arben Dedja e la giornalista e scrittrice Luisa Ruggio in veste di moderatrice. Questo evento rappresenta una tappa in preparazione al convegno sulla letteratura migrante previsto per il prossimo giugno in Puglia e vedrà l’intervento di Rosella Santoro, direttrice artistica del festival "Il libro possibile" di Polignano a Mare, e gli studenti del Liceo Cartesio di Triggiano (BA).


STAND ALBANIA

Lo stand albanese si trova al Padiglione 3, STAND S74-T71  


PROGRAMMA DEGLI INCONTRI


PRESENTAZIONE DEL CATALOGO ALBANIAN BOOKS

Giovedì 12 maggio, ore 14:00
Babel - Spazio Internazionale

Partecipanti:
Mimoza Hysa
Ervisa Paloka

Il catalogo della letteratura albanese: 32 opere di scrittori albanesi contemporanei che narrano storie del paese di fronte alle coste adriatiche italiane.


OLTRE I CONFINI D’ACQUA E DI PAROLE
Narrare i confini, narrare il proprio paese e quello di fronte in parole ed immagini

Sabato 14 maggio, ore 14:00
Babel - Spazio Internazionale

Partecipanti:
Mimoza Hysa
Anilda Ibrahimi
Alessandro Leogrande
Roland Sejko
Benko Gjata 

Storie vere e storie inventate dell’Albania di ieri e di oggi in letteratura e cinematografia

 

DA UN PAESE ALL'ALTRO, DA UNA LINGUA ALL'ALTRA: LA SCRITTURA COME PASSAPORTO

Domenica 15 maggio, ore 10:30
Babel - Spazio Internazionale

Partecipanti:
Carmine Abate
Arben Dedja
Mimoza Hysa
Visar Zhiti
Benko Gjata 

 

Ognuno ha le sue prigioni (politiche, sociali, ideologiche, morali...). Ognuno usa diversi modi per superarle. La scrittura come passaporto per i confini di sé, del proprio paese e della propria lingua.

Registrati per ricevere le nostre comunicazioni

Nome 
Cognome 
Indirizzo 
CAP 
Provincia 
Città 
Telefono 
Email 
    

IL CENTRO A TORINO

CENTRO DI CULTURA ALBANESE

 

TORINO
Via L. L. Colli, 12, 10128

 

MILANO
Via Miramare, 9, 20126

 

Tel.: (+39) 011.54.36.82
-
Fax: (+39) 011.54.73.72
-
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IL CENTRO A MILANO