Stampa

Milano e l'EXPO incontrano l'Albania turistica

Sabato 23  maggio 2015 alle ore 18.30, presso il nuovo Museo delle Culture di Milano (MUDEC – Sala Polivalente, Via Tortona, 56, Milano) si svolgerà l’incontro ‘Albania, turismo e cultura’ L’evento si propone di far conoscere meglio ai cittadini di Milano e ai tanti visitatori arrivati in città per l’EXPO da tutto il mondo, la ricca offerta turistica e culturale dell’Albania. Con l’occasione al pubblico verrà presentata anche la nuova edizione della guida turistica ‘Tirana e Albania’ pubblicata da Morellini Editore. L’iniziativa viene proposta col patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica d’Albania in Italia. Con Vasenka Rangu, direttrice del Centro Cultura Albanese di Milano intervengono anche Francesco Vietti, antropologo, e Benko Gjata, giornalista, autori della guida.

 

La guida “Tirana e Albania”

Più di centottanta pagine ricche di informazioni, con oltre novanta tra inserti fotografici, mappe e schede, approfondimenti sulla storia, la geografia, il clima e la cultura e soprattutto tantissime descrizioni dettagliate e  indicazioni pratiche sulle più importanti attrazioni turistiche e i principali itinerari da seguire.

Queste le caratteristiche di “Tirana e Albania”, la nuova guida di viaggio dedicata alla scoperta di una delle mete meno note e più affascinanti dell’Europa mediterranea. Prodotto da Morellini Editore nella collana LowCost, il volume compatto e funzionale presenta l’ulteriore pregio di essere proposto ad un prezzo veramente competitivo per le pubblicazioni di questa categoria. La guida è ora presente in tutte le librerie, a disposizione dei viaggiatori italiani che costituiscono, con oltre novantamila presenze, il gruppo più numeroso di turisti stranieri che visitano ogni anno il ‘Paese delle Aquile’.  

Nato grazie alla collaborazione tra l’antropologo Francesco Vietti, responsabile dei viaggi in Albania per il tour operator di turismo responsabile “Viaggi Solidali” e Benko Gjata, giornalista, direttore del Centro di Cultura Albanese e responsabile del portale turismoalbania.com, il volume presenta ai lettori un ritratto completo del paese, con un ampio approfondimento sulla capitale Tirana, una serie di gite giornaliere e di itinerari di più giorni che abbracciano l’intero territorio albanese.

Unico nell’attuale panorama editoriale, il volume intende presentare al pubblico italiano una destinazione alternativa, vicina ed economica per le proprie vacanze, un Paese che si sta rapidamente affermando come nuova destinazione turistica grazie alle sue bellezze naturali e alle testimonianze artistiche della sua storia unica nel panorama europeo.

Pensata per chi vuole scoprire Tirana e l’Albania di là dai luoghi comuni, la guida accompagna alla scoperta di un Paese che è da sempre un ponte tra Occidente e Oriente, terra di dialogo tra religioni e di sintesi tra i Balcani e il Mediterraneo. Un Paese che storicamente ha sviluppato forti legami con l’Italia, grazie alla vicinanza geografica e culturale e che, seppur ancora poco conosciuto dai turisti italiani, riserva sorprese e continue emozioni ai viaggiatori.

Presentata per la prima volta nell’importante cornice della XXVII edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, la guida ha ricevuto il plauso delle massime autorità albanesi. Il Primo Ministro della Repubblica d’Albania Edi Rama è intervenuto di persona alla presentazione della guida al Salone elogiando gli autori ed esprimendo la sua convinzione che la guida fornirà un importante contributo alla scoperta dell’Albania come destinazione turistica. Parole sottolineate anche dal Ministro albanese della Cultura Mirela Kumbaro, intervenuta alla prima presentazione pubblica della guida nel capoluogo subalpino.

Il MUDEC

Nato da un’operazione di recupero di archeologia industriale nell’area dell’ex fabbrica Ansaldo, in zona Tortona, il MUDEC è luogo d’incontro fra le culture e le comunità. All’interno dell’edificio si sviluppano diversi spazi che offrono al visitatore e alla città una molteplicità di proposte culturali e di servizi, distribuiti su 17.000mq. L’area espositiva del Museo, al primo piano, si sviluppa intorno ad una grande piazza centrale coperta e ospita la sezione del percorso museale con le opere della collezione permanente e le sale dedicate alle grandi mostre temporanee.

Completa lo spazio l’auditorium, un teatro da trecento posti dedicato alle performance e alle arti visive. Il piano terra destinato all'accoglienza, è dotato di bistrot, design store, biglietteria, guardaroba, sala Forum delle Culture, sala conferenze-spazio polifunzionale, spazio per la didattica, laboratorio di restauro e depositi allestiti per essere visitati da piccoli gruppi accompagnati. Il MUDEC Junior, infine, è uno spazio appositamente dedicato ai bambini, dove ci si propone di avvicinare anche i più piccoli alle diverse culture del mondo attraverso attività ludiche, postazioni multimediali e laboratori manuali.

Il Centro della Cultura Albanese  è  membro attivo del  Forum Città Mondo

Il Museo delle Culture si propone di essere un polo in costante dialogo con le comunità internazionali presenti a Milano, capace di intercettare la pluralità delle culture della città e di restituirne la complessità tra ricerca scientifica, testimonianza storica e interpretazione dell'attualità.

Per questo il Comune ha sottoscritto con l’Associazione Città Mondo una convenzione destinata a dare sostanza alla natura interculturale dello spazio tramite la partecipazione attiva delle comunità internazionali alla programmazione dell’attività del Museo. A questo fine la convenzione prevede la concessione di utilizzo di due spazi del Museo:

lo “Spazio Attività Organizzative” di 115 mq, quale sede organizzativa e luogo per gli incontri dei Tavoli di Lavoro del Forum, che si articolano su molti diversi temi (Donne e Culture, Alimentazione, Orti urbani, Tavola Planetaria, Expo ecc);

Lo “Spazio Polivalente” di 137 mq che diventerà un laboratorio creativo per la realizzazione di attività culturali ed espositive nei diversi linguaggi dell’arte (musica, arte visiva, performance, ecc), aperte al pubblico e coerenti con le finalità del Museo, comprese conferenze, corsi, laboratori e incontri interculturali.

Questo spazio sarà utilizzato in condivisione con altri attori e ospiterà anche attività diverse approvate dalla Direzione scientifica del Museo.

L’Associazione Città Mondo, costituitasi nel settembre 2013, coordina le attività del Forum della Città Mondo, promosso dall’Assessorato alla Cultura sin dal 2011 come luogo di partecipazione di oltre 500 associazioni rappresentative delle numerose comunità internazionali presenti sul territorio.

L’Associazione è un organismo di secondo livello che attualmente comprende 89 associazioni rappresentative delle varie comunità internazionali, di cui 20 delle Americhe, 23 dell’Africa, 25 dell’Europa e 12 di Asia e Oceania.

Il Tavolo Museo delle Culture in collaborazione con l'Associazione Città Mondo ha progettato una serie d’iniziative, eventi e conferenze culturali, da tenersi nello spazio polivalente del Mudec nei mesi inaugurali del museo, da aprile a luglio. Le proposte, in linea con la mission del museo sono pervenute dai membri del Forum Città Mondo e sono state selezionate in accordo con la direzione scientifica del Mudec. Fra queste una proposta di dialogo fra la cultura armena e quella italiana per promuovere la salvaguardia del patrimonio artistico armeno, una conferenza sul tema della rappresentazione grafica araba e indiana, sempre sul tema della scrittura una presentazione sulla calligrafia come arte in Cina e Giappone e ancora una presentazione di 35 giochi di strada da tutto il mondo..

Registrati per ricevere le nostre comunicazioni

Nome 
Cognome 
Indirizzo 
CAP 
Provincia 
Città 
Telefono 
Email 
    

IL CENTRO A TORINO

CENTRO DI CULTURA ALBANESE

 

TORINO
Via L. L. Colli, 12, 10128

 

MILANO
Via Miramare, 9, 20126

 

Tel.: (+39) 011.54.36.82
-
Fax: (+39) 011.54.73.72
-
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IL CENTRO A MILANO